A quanti di voi è successo che al mattino, appena svegli, aprendo la bocca si sente un sonoro “clic” della mandibola? Poi passa, iniziate la vostra giornata e non ci pensate più. Bene, quello appena descritto è un sintomo di uno squilibrio dell’apparato stomatognatico, ossia tutto quel sistema articolare e occlusale che permette di svolgere lavori come la fonazione e la masticazione.

Collegati a questi squilibri, che molto spesso sono del tutto trascurati dai pazienti, si nascondono diversi disturbi che insorgono di “riflesso” a tali disordini, che vanno a incidere su tantissimi fattori come la respirazione, la postura, l’equilibrio muscolo-scheletrico dell’intero corpo.

Gnatologia a Roma

gnatologia a roma

Questa è la materia di studio di uno degli specialisti più apprezzati nel territorio di Roma e si tratta della dottoressa Luisa Cresti, specialista in gnatologia ossia proprio quella branca dell’odontoiatria che si occupa del sistema stomatognatico. La dottoressa Cresti riscontra nei pazienti uno scompenso molto comune, chiamata patologia intracapsulare, cioè proprio quel disturbo del famoso “clic” descritto in apertura. Più nello specifico, questo disturbo consiste in un rumore o vibrazione, scossa, nelle fasi di apertura e chiusura mandibolare che è chiaro sintomo di uno scorretto combaciamento del piano occlusale (piano di contatto tra i denti in fase di chiusura) che porta quindi ad una posizione scorretta della mandibola nell’articolazione temporo-mandibolare.

La tempestività è sempre dalla parte del paziente, che nel caso in cui avverta presto questo disturbo e lo sottoponga al clinico, quest’ultimo potrà intervenire prima sullo scompenso e limitare i danni derivanti dalla continua ed errata posizione del “condilo” o “menisco” della mandibola all’interno dell’articolazione. E’ una condizione asintomatica, priva di dolore, la quale diventa importante non appena di avverte il “clic”: a questo punto siamo già in presenza di una sofferenza neuromuscolare, con il muscolo pterigoideo coinvolto che sotto stress, deve riadattarsi alla posizione errata della mandibola.

In termini di prevenzione, la dottoressa Luisa Cresti specialista in gnatologia avverte sull’importanza dei sintomi di sofferenza dell’apparato stomatognatico: si sottovalutano gli effetti negativi che può avere una cattiva postura dell’articolazione temporo-mandibolare sull’intero organismo. Una cattiva occlusione, ad esempio, porta ad una sofferenza dell’articolazione e di tutti gli elementi ad essa connessi (muscoli, tendini, nervi) che portano l’organismo a dei micro riassestamenti per compensare l’errata postura. L’apparato muscolo-scheletrico umano è sensibilissimo e tende sempre a ricercare nuovi equilibri laddove vi siano degli scompensi. Se il disturbo viene ignorato a lungo, può portare a danni irreversibili ai legamenti, danni che richiederanno interventi anche di maggiore entità da parte del clinico.

Per questo è importante affidarsi a specialisti in gnatologia capaci di poter individuare e correggere i disturbi legati all’apparato stomatognatico, e su Roma è assolutamente tra i più stimati specialisti la dottoressa Luisa Cresti che ci ha messo in guardia su una condizione della quale in tantissimi soffriamo, e della quale in molti ignoriamo la pericolosità. Lo studio d’eccellenza della dottoressa Cresti è facilmente raggiungibile a Palestrina (RM) in via Don Minzoni 4, e per contattare direttamente lo studio la linea diretta è al 392.9547211. Per maggiori dettagli visitare la pagina Facebook https://www.facebook.com/Studio.Dentistico.Luisa.Cresti/ oppure il sito web http://www.studiodentisticocresti.it/

[Voti: 0    Media Voto: 0/5]