L’agente immobiliare è una professione che è variata molto nel tempo sicuramente anche per il periodo di crisi che l’Italia sta attraversando ormai da un po’, ma questo non significa che non sia un buon lavoro.

Prima di tutto per diventare agente immobiliare bisogna superare un corso di formazione e un successivo esame con prova scritta e orale con domande di tipo giuridico e tecnico. In seguito bisogna iscriversi alla Camera di Commercio della propria città di residenza.

L’agente immobiliare è colui che si occupa di tutto il processo della compravendita o affitto di un immobile, potrebbe sembrare un lavoro da poco ma in realtà un agente immobiliare non ha il solo compito di far visionare gli immobili ai potenziali clienti ma fa tanto altro: è sempre aggiornato tramite corsi di formazione, conosce molto bene e studia i documenti dei contratti di locazione dal profilo fiscale, catastale e ipotecario, analizza il mercato investendo in pubblicità e tutela il cliente fino alla fine del processo di compravendita addirittura aiutandolo in caso voglia accendere un mutuo.

Quanto Guadagna un Agente Immobiliare

quanto guadagna un agente immobiliare

Per un agente immobiliare, inizialmente, non sarà facile in quanto una possibile agenzia tende ad assegnare ai nuovi dipendenti la ricerca di immobili non vincolati contrattualmente da altre agenzie e durante questo periodo dà loro un fisso che può andare dai 300 ai 400 euro, fino ai 700 . P

er far crescere il proprio stipendio bisogna chiaramente iniziare a chiudere delle vendite in quanto su ogni immobile venduto si percepisce una percentuale che di solito è del 10%, in casi straordinari anche del 20%.

Chiaramente più un agente e abile nella vendita e riesce a concludere più contratti, più guadagnerà. Di sicuro per intraprendere questo tipo di carriera bisogna essere molto dinamici e soprattutto avere delle spiccate doti di comunicazione e come nella maggior parte dei lavori, bisogna avere una grossa dose di pazienza e sacrificio.

[Voti: 1    Media Voto: 5/5]