Quanto Guadagna un Medico di Base?

Qualsiasi sia lo stipendio di un medico di famiglia prima di giustificare o meno la somma da lui percepita bisogna pensare al lungo percorso che si fa per diventare tali. Bisogna prima di tutto passare un test di ammissione nazionale per la facoltà, a numero chiuso, di Medicina-Odontoiatria che dura come minimo sei anni.

In seguito bisogna ottenere l’abilitazione all’esercizio della professione di medico chirurgo e affrontare un esame di Stato suddiviso e in diverse fasi. Non è finita qui, dopo gli aspetta un tirocinio di qualche mese e un ulteriore prova scritta in due fasi. Dopo aver superato tutto questo si potrà iscrivere all’Ordine dei Medici. Ma lo studio non termina qui, un ulteriore percorso di studi servirà a conseguire un diploma di formazione in Medicina Generale che si ottiene iscrivendosi alla specializzazione con un corso di tre anni dopo la laurea.

quanto guadagna un medico di base

A questo punto non resta che inserirsi nelle liste regionali delle Asl per maturare punteggi e salire in graduatoria.

Come avviene questa scalata in graduatoria? Grazie ai titoli che si possiede, l’esperienza sul campo che si può fare attraverso turni e sostituzioni in guardia medica.

La retribuzione di un medico di base viene calcolata sul numero di assistiti che si rivolgono ad essa. Ogni medico di base può avere un numero massimo di 1.500 pazienti ma il numero ottimale può variare a seconda del territorio in cui si lavora.

A grandi linee un medico di base potrebbe guadagnare dai 3.500 fino ai 6 mila euro al mese in base al numero di pazienti. Il medico di base lavora circa 24 ore a settimane e guadagna circa 60,7 euro l’ora. Alla retribuzione base si aggiunge una quota pro capite per gli over 75 e le reperibilità notturne e i servigi di guardia medica. Ancora si aggiunge l’anzianità di laurea che all’aumentare degli anni rende sempre più.

[Voti: 1    Media Voto: 5/5]